Regolamento 2009-10

Brochure del Master 09-10

flyer-pism09_1.jpgflyerpism09_2.jpg

REGOLAMENTO DIDATTICO del MASTER di II LIVELLO PISM 2009 – 2010
(già approvato dal Consiglio di Facoltà, in approvazione dall’Ateneo)

Art. 1
Istituzione/attivazione Corsi di Master

1.    Presso la Facoltà di ARCHITETTURA dell’Università degli Studi Roma Tre è istituito/attivato per l’A.A. 2009-2010 il Master di II livello in PROGETTAZIONE INTERATTIVA SOSTENIBILE E MULTIMEDIALITA’
2.    Alla realizzazione del Master concorrono La Regione Lazio in regime di convenzione all’uopo stipulata con l’Ateneo Roma Tre.
3.    Il Coordinamento del Master ha sede presso la Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi Roma Tre, sita in via Madonna dei Monti 40. 00184 ROMA.
4.    Sono allegati al presente Regolamento: il programma dettagliato del Corso di master con l’indicazione dei Crediti formativi attribuiti a ciascuna attività formativa, l’elenco completo dei moduli di insegnamento, dei docenti incaricati di coordinare le attività didattiche di uno o più moduli di insegnamento nonché il piano finanziario con esclusione di oneri aggiuntivi a carico del bilancio di Ateneo. Ciascun allegato, salvo diversa indicazione, è redatto in autonomia dal Consiglio del Master.
5. Al I Modulo partecipano; Università La Sapienza Roma, CES – Centro di Studi Sociali – Universita’ di Coimbra (Portogallo), Università Complutense (Madrid).
Al II Modulo partecipano  università della META University, una rete che comprende: Roma Tre, Strathclyde University (Glasgow), Technical University di Eindhoven, St. Lucas University (Bruxelles), Chalmers University (Goteborg), Università di Lille, Warsaw University, Università di Weimar.

Art. 2
Contenuti ed obiettivi formativi del Master

PISM è un master internazionale dell’Università di Roma Tre che approfondisce argomenti quali progettazione sostenibile e metodi di partecipazione e introduce all’uso di strumenti di comunicazione multimediale, modellazione 3D, CAD, GIS e Web design, sperimentandoli sul campo in workshop intensivi in collaborazione con vari comuni italiani e università europee.
È prevista una articolazione in due moduli:

1.    Processi partecipativi e comunità locali (20 crediti)

2.    Metodi e strumenti per la progettazione interattiva sostenibile e la multimedialità  (40 crediti)

Art. 3
Titoli di accesso

1.    Il Master è riservato a laureati in tutte le discipline.
2.    Qualora il numero delle domande di ammissione risulti superiore al contingente dei posti stabilito, l’ammissione al Master sarà subordinata ad una graduatoria per titoli, effettuata dal Coordinatore e da due docenti del Consiglio del Corso. La graduatoria sarà esposta nella sede del Master e ove possibile sarà pubblicata sul sito web di Ateneo o sul sito del Corso del Master.
3.    Il numero massimo degli ammessi al Master è di 20 iscritti. Il numero minimo affinché il Master venga attivato è di 5 iscritti.

Art. 4
Ammissione studenti con titolo estero

1. Gli studenti stranieri provenienti da paesi non afferenti all’Unione Europea, e non soggiornanti legalmente in Italia, dovranno presentare domanda di pre-iscrizione  presso la rappresentanza italiana competente per il territorio. Ai fini dell’iscrizione il Corsista dovrà presentare dichiarazione di valore in loco del titolo conseguito, fotocopia autenticata degli studi compiuti e traduzione legalizzata dell’intera documentazione detta. Tutti i documenti vengono rilasciati dalla rappresentanza italiana competente per il territorio.
2. Gli studenti provenienti da paesi afferenti all’Unione Europea, ovunque residenti, ovvero gli studenti provenienti da paesi non afferenti all’Unione Europea e soggiornanti legalmente in Italia sono tenuti, invece, a presentare con le stesse modalità su indicate  – entro i termini stabiliti dai singoli bandi – domanda di partecipazione, unitamente alla medesima documentazione richiesta per i non soggiornanti; la richiesta, munita dei necessari documenti, può essere presentata direttamente e non inviata tramite nota consolare.

Art. 5
Durata dei Corsi e acquisizione Crediti formativi

1.    I Corsi per Master sono comprensivi di attività didattica frontale e di altre forme di addestramento, di studio guidato e di didattica interattiva, di livello adeguato al grado di perfezionamento e di formazione che si intende perseguire, per un numero di ore complessivamente non inferiore a 1500 ore di apprendimento comprensive di un eventuale periodo di tirocinio funzionale, per durata e per modalità di svolgimento, ai medesimi obbiettivi.
2.    All’insieme delle attività suddette, integrate con l’impegno da riservare allo studio e alla preparazione individuale, corrisponde l’acquisizione da parte degli iscritti di 60 crediti complessivi.
3.    Il Master ha una durata di mesi 15
4.    Il Master prevede periodi di stage presso Enti pubblici e privati, in regime di convenzione con l’Ateneo.
5.    Possono essere riconosciuti come crediti acquisiti ai fini del completamento del Corso per Master, con corrispondente riduzione del carico formativo dovuto, le attività eventualmente svolte in Corsi di perfezionamento o Master organizzati su analoghe tematiche in ambito universitario, o eventualmente acquisiti con la frequenza di altre attività formative (seminari, stage, convegni, Corsi di formazione) attivati anche presso Istituzioni esterne. Spetta al Consiglio del Master il compito di verificare la congruità e determinare la misura dei crediti riconoscibili.
6.    Il conseguimento dei crediti corrispondenti all’articolazione delle varie attività di perfezionamento e di tirocinio può essere subordinato a verifiche periodiche di accertamento delle competenze acquisite in relazione agli ambiti seguiti. Il conseguimento del Master universitario è subordinato al superamento di una o più prove finali di accertamento delle competenze complessivamente acquisite, tenuto anche conto delle eventuali attività di tirocinio. Le verifiche periodiche e la prova o le prove finali non danno luogo a votazioni.

Art. 6
Attività didattiche

1.    L’attività didattica è svolta da docenti dell’Università degli Studi Roma Tre, nonché da docenti delle Università partner e di altre Università italiane e straniere; almeno 1/3 dell’impegno orario dovrà essere svolto da Docenti dell’Università degli Studi Roma Tre, salvo specifica convenzione all’uopo stipulata con altri Atenei o Enti.
2.    Possono svolgere attività didattica nei Corsi di Master, sulla base di apposite convenzioni stipulate con l’Ateneo, esperti con alta e documentata qualificazione professionale individuati dal Consiglio del Master stesso

Art. 7
Sedi svolgimento attività del Master

1.    Per lo svolgimento delle attività del Master sono utilizzate le strutture e le aule di del Dipartimento di Studi Urbani

Art. 8
Consiglio del Master

1.    Al coordinamento delle attività provvede il Consiglio del Master, designato ogni anno dal Consiglio della Facoltà presso cui il Master è istituito.
2.    Il Consiglio deve essere composto da non meno di sei (6) membri di cui il 50% dell’Ateneo e almeno 1/3 della Facoltà salvo specifica convenzione all’uopo stipulata con altri Atenei o Enti.
3.    In prima composizione il Consiglio è formato dai seguenti membri:
•    Cornelius Doevendans (coordinatore META University)
•    Alessandro Giangrande, prof. associato
•    Elena Mortola, prof. associato e coordinatore
•    Francesco Careri,ricercatore
•    Raynaldo Perugini, ricercatore
•    Bianca Iaccarino, ricercatore
•    Francesca Sartogo, Presidente Eurosolar Italia
•    Massimo Bastiani, prof. a contratto, Univ. La Sapienza

Art. 9
Compiti del Consiglio

1.    Sono compiti del Consiglio:
•    fornire all’Ufficio Corsi Post Lauream dati necessari alla formulazione del bando, comprese la definizione dei requisiti preferenziali per l’ammissione all’iscrizione e della documentazione che i candidati sono tenuti a presentare insieme alla domanda di iscrizione al Master;
•    formulare il programma e il calendario delle attività del Master;
•    a conclusione del Master, verificare l’adempimento da parte degli iscritti degli obblighi previsti;
•    approvare uno schema preventivo delle spese entro 30 giorni dall’assegnazione dei fondi;
•    approvare una relazione sull’attività svolta con allegato un rendiconto analitico delle spese entro 90 giorni dal termine delle attività didattiche.
2.    Il Consiglio propone un Coordinatore del Master tra i professori di ruolo dell’Ateneo che ne fanno parte e ne dà comunicazione al Preside della Facoltà nella quale il Master è attivato, per l’approvazione in Consiglio di Facoltà. Sarà cura del Preside di Facoltà inoltrare copia della delibera di nomina al Rettore Magnifico. Il Coordinatore, nominato con Decreto Rettorale, dura in carica un anno e deve far parte della struttura presso la quale il Master ha sede.

Art. 10
Coordinatore del Master

1.    Sono compiti del Coordinatore del Master:
•    rappresentare il Consiglio;
•    convocare e presiedere le sedute del Consiglio;
•    assicurare il regolare svolgimento delle attività didattiche;
•    provvedere alla gestione finanziaria sulla base delle deliberazioni del Consiglio e in ogni caso impiegando i fondi esclusivamente per finalità connesse allo svolgimento del Master;
•    presentare al Preside ed al Senato Accademico una relazione sull’attività svolta con annesso rendiconto contabile;
•    rilasciare, sulla base delle deliberazioni del Consiglio, le certificazioni relative alla frequenza del Master.

Art. 11
Tassa di iscrizione

1.    La tassa d’iscrizione è stabilita annualmente dal Consiglio di Amministrazione dell’Università Roma Tre, su proposta del Consiglio del Master. Il Consiglio di Amministrazione stabilisce, altresì, la percentuale non superiore al 80% della tassa di iscrizione che viene messa a disposizione della Facoltà per la gestione del Master.
2.    Agli importi previsti per la tassa di iscrizione va aggiunto il contributo di bollo assolto.
3.    Le quote di iscrizione non verranno rimborsate in caso di volontaria rinuncia, ovvero in caso di non perfezionamento della documentazione ai sensi dell’art. 4.
4.    Il Consiglio del Master può prevedere borse di studio per l’iscrizione di allievi particolarmente meritevoli o in disagiate condizioni di reddito. E’ prevista l’iscrizione gratuita per studenti portatori di grave handicap (invalidità superiore al 66%).
5.    Il Consiglio del Master può proporre l’ammissione in soprannumero di un numero massimo di 10 studenti provenienti dalle aree disagiate o da paesi in via di sviluppo. L’iscrizione potrà essere autorizzata a titolo gratuito; dai corsisti sono dovuti il bollo virtuale e la tassa diploma. Per l’iscrizione dei su citati studenti si applica quanto disposto dagli artt. 3 e 4 del presente Regolamento.

6.    La Gestione amministrativo contabile dei fondi spetta a alla segreteria amministrativa del DipSU
7.    Il Consiglio delibera l’ammontare della quota di finanziamento da destinare ai Progetti d’incentivazione per il personale tecnico, amministrativo e bibliotecario che collabora all’organizzazione del Master.
8. Tassa di iscrizione al corso: 1500 euro da versare in due rate. Per coloro che frequentano solo il modulo “Processi partecipativi e comunità locali” (20 crediti) la tassa di iscrizione è stabilita in una unica rata di 500 euro.

Art. 12
Rilascio diploma di Master

1.    A conclusione del Master, agli iscritti che avranno svolto le attività richieste e ottenuto i 60 crediti (20 crediti per ciascun modulo e 20 crediti per la tesi) sarà rilasciato, secondo la legge vigente, un Diploma di Master universitario in PROGETTAZIONE INTERATTIVA SOSTENIBILE E MULTIMEDIALITA’. Per coloro che si sono iscritti solo al primo modulo del master denominato PROCESSI PARTECIPATIVI E COMUNITA’ LOCALI del MASTER PISM e avranno svolto le attività richieste verrà rilasciato un diploma che attesta la frequenza e 20 crediti.

2.    Per il rilascio del titolo del diploma di master, su carta pergamena predisposto a cura dell’Ufficio Diplomi di laurea, gli studenti sono tenuti ad un contributo di € 25,00, giusta delibera del Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo.

Art. 13
Disattivazione del Corso di Master

1.    Il Consiglio del Master, per giustificati e documentati motivi, può chiedere al Consiglio di Facoltà la disattivazione del Corso. Nel caso di parere favorevole da parte del Consiglio di Facoltà, la disattivazione è resa esecutiva con Decreto Rettorale.

seguono gli allegati A, B, C, D

ALLEGATI

ALLEGATO A

Programma del Master

Programma
a)    La struttura didattica del Master è organizzata in:
a1)    Corsi di insegnamento:

I MODULO (20 crediti)

PROCESSI PARTECIPATIVI E COMUNITA’ LOCALI

(Coordinatore prof. Alessandro Giangrande,)

Programma:
1.    Pianificazione Strategica e Sostenibilità (Alessandro Giangrande) 2 cr (50 ore)
2.    Bilancio Partecipativo (Giovanni  Allegretti) 2 cr (50 ore)
3.    Partecipazione e istituzioni (Carlo Cellamare) 2 cr (50 ore)
4.    Beni comuni e partecipazione nell’economia solidale e nel lavoro (Riccardo Troisi, Bruno Amoroso) 2 cr (50 ore)
5.    Sostenibilità ambientale e partecipazione: i processi di Agenda 21 locale ( Mario Spada e Alessia Cerqua) 2 cr (50 ore)
6.    La partecipazione nel sociale; cultura, comunicazione, creatività e piani di comunità (Adriana Goni Mazzitelli e Bianca Iaccarino) 1 cr (25 ore)
7.    Dinamiche di gruppo (Bianca Iaccarino) 1 cr (25 ore)
8.    Metodi d’interazione multimediale (Elena Mortola) 2 cr (50 ore)

Workshop: collocati in una prospettiva di ricerca-azione applicata in contesti reali o simulati. Tutor: Viviana Petrucci, Irene Ausiello, Giada Saint Amour de Chanz.

Tavole Rotonde: rappresentano momenti di analisi e discussione delle tematiche trattate nelle lezioni teoriche. Ad esse saranno invitati a partecipare politici ed esperti nazionali ed internazionali: Luigi Bobbio, Yves Cabannes, Paolo Cacciari, Alberto Castagnola, Francesco Careri, Ernesto D’Albergo, Boaventura de Sousa Santos,  Enrico Euli, Alberto Magnaghi, Luigi Nieri, Giancarlo Paba, Marianella Sclavi, Vandana Shiva, Francesco Tonucci, Tomas Rodriguez Villasante.

In sintesi 20 crediti
A1) Corsi frontali 12 crediti
a2)    Seminari di studio e di ricerca (workshop) 2 crediti
a3)    Stages di sperimentazione operativa 4
a4)    Laboratorio informatico 2

II MODULO (20 crediti)

METODI E STRUMENTI PER LA PROGETTAZIONE INTERATTIVA SOSTENIBILE E MULTIMEDIALITÀ

(Coordinatore prof.ssa Elena Mortola)

Programma:
–    Metodi di progettazione partecipata. Le tecniche di Visioning (Alessandro Giangrande) 2 cr
–    I metodi di C. Alexander: da “A Pattern Language” a “The nature of Order” (Alessandro Giangrande) 2 cr
–    Progettazione Interattiva. Le tecniche multimediali nei processi di progettazione partecipata (Elena Mortola) 2 cr
–    Recupero Urbano e sostenibilità (Raynaldo Perugini) 1 cr
–    Housing sociale sostenibile (Francesca Sartogo) 1 cr
–    Arte civica (Francesco Careri) 1cr
–    Progettazione Ambientale (Massimo Bastiani) 2 cr
–    Sostenibilità e partecipazione nei programmi complessi (Mario Spada) 1 cr

Workshop (4 cr):

Stage presso la Regione Lazio (2 cr):

Laboratori informatici (2 cr):
–    Tecniche di fotoritocco e progettazione di ipertesti su web (Angelica Fortuzzi)
–    Disegno 2D e 3D (Giulio Baiocco)
–    3D in rete (ScketchUP) (Elena Mortola)
–    Rappresentazione di dati urbani e territoriali (Paolo Mirabelli)
–    Progettazione e gestione di siti web (Luigi Catenacci)
–    ICT e sostenibilità (Antonio Caperna)

In sintesi 20 crediti
A1) Corsi frontali 12 crediti
a2)    Seminari di studio e di ricerca (workshop)  4 crediti
a3)    Stages di sperimentazione operativa 2
a4)    Laboratorio informatico2

b)    La prova finale di 20 crediti deve svolgersi entro il 30 settembre 2010

ALLEGATO B

PRESENTAZIONE DOMANDE DI AMMISSIONE

La domanda dovrà essere presentata o fatta pervenire entro e non oltre il 20/12/2009. al seguente indirizzo:
SEGRETERIA DEL MASTER  DIPSU…
Via Madonna dei Monti 40..
tel. + 39 0657339677 ; fax + 39 0657339649..
e-mail mortola@uniroma3.it   –  porcari@uniroma3.it
Alla domanda di ammissione dovranno essere allegati i seguenti documenti:
•    titolo di diploma adeguato (oppure dichiarazione sostitutiva attestante l’università presso la quale si è conseguita la laurea e il tipo di laurea, con l’indicazione della data e del voto).
•     curriculum degli studi, delle attività professionali e di ricerca;
•    autocertificazione di conoscenza della lingua italiana (per gli studenti stranieri) e di almeno un’altra lingua dell’Unione Europea (per i cittadini italiani);
•    (inserire qualsiasi altro documento che si ritenga utile)
Nelle domande dovranno essere indicati con esattezza l’indirizzo, il numero telefonico, l’indirizzo di posta elettronica del candidato per la notifica delle eventuali comunicazioni.
Saranno considerate prodotte in tempo utile le domande di ammissione consegnate o pervenute per posta o a mezzo fax entro il termine indicato al comma precedente.
LE DOMANDE PRESENTATE CON DOCUMENTAZIONE CARENTE O IRREGOLARE E QUELLE PERVENUTE OLTRE IL TERMINE SOPRAINDICATO SARANNO RESPINTE.

PRESENTAZIONE DOMANDE DI ISCRIZIONE

Dopo la pubblicazione della graduatoria, gli ammessi dovranno perfezionare l’immatricolazione al master collegandosi a  http://portalestudente.uniroma3.it – Accedi ai servizi on line – Registrati. Al termine della registrazione saranno consegnati un nome utente e un codice di accesso.  Successivamente, dopo aver effettuato il login, occorre seguire il seguente percorso:   Segreteria – Immatricolazione –  Immatricolazione a corsi ad accesso libero ed effettuare domanda di iscrizione al master. Coloro che sono già in possesso di nome utente e codice di accesso non devono effettuare di nuovo la registrazione ma accedere direttamente ai servizi on line.
Al termine della procedura occorre stampare la domanda di immatricolazione e il bollettino di pagamento delle tasse. Soltanto dopo il pagamento del bollettino l’immatricolazione è considerata definitiva.
La domanda di immatricolazione al Master dovrà successivamente essere inviata a mezzo posta (fa fede il timbro postale) entro il giorno 31/01/2010.  al seguente indirizzo: Divisione Segreteria Studenti – Ufficio Corsi Post Lauream, via Ostiense 139, 00154 Roma.
Alla domanda di iscrizione dovranno essere allegati i seguenti documenti:
–    ricevuta del bollettino di iscrizione pagato entro il 15/02/2010. presso qualsiasi agenzia Unicredit – Banca di Roma;
–  fotocopia di un documento di riconoscimento in corso di validità.

ISCRIZIONE STUDENTI STRANIERI

1. Gli studenti stranieri provenienti da paesi non afferenti all’Unione Europea, e non soggiornanti legalmente in Italia, dovranno presentare domanda di pre-iscrizione  presso la rappresentanza italiana competente per il territorio. Ai fini dell’iscrizione il Corsista dovrà presentare dichiarazione di valore in loco del titolo conseguito, fotocopia autenticata degli studi compiuti e traduzione legalizzata dell’intera documentazione detta. Tutti i documenti vengono rilasciati dalla rappresentanza italiana competente per il territorio.
2. Gli studenti provenienti da paesi afferenti all’Unione Europea, ovunque residenti, ovvero gli studenti provenienti da paesi non afferenti all’Unione Europea e soggiornanti legalmente in Italia sono tenuti, invece, a presentare con le stesse modalità su indicate  – entro i termini stabiliti dai singoli bandi – domanda di partecipazione, unitamente alla medesima documentazione richiesta per i non soggiornanti; la richiesta, munita dei necessari documenti, può essere presentata direttamente e non inviata tramite nota consolare.

TASSA DI ISCRIZIONE

La tassa d’iscrizione è stabilita in 1500 Euro da versare in due rate. La prima di 750 Euro entro il …15/02/2010,  la seconda di 750.. Euro entro il 30/6/2010.
All’importo della prima rata sono aggiunti la tassa diploma di € 25,00 ed l’imposta di bollo di € 14,62.
Per coloro che frequentano solo il modulo “Processi partecipativi e comunità locali” (20 crediti) la tassa di iscrizione è stabilita in una unica rata di 500 euro.

Il versamento non sarà rimborsabile per alcun motivo, tranne nel caso in cui il Master non venga attivato. Non sono ammessi bonifici bancari se non per studenti residenti all’estero.
Elenco dei docenti ed esperti impegnati nelle attività didattiche

1    Alessandro Giangrande,prof.associato     Università Roma Tre    Metodi di Progettazione e pianificazione sostenibile –  Metodi di progettazione partecipata.
2    Giovanni  Allegretti, ricercatore     Univ. Coimbra    Progettazione Interattiva. Le tecniche multimediali nei processi di progettazione partecipata
3    Carlo Cellamare, prof. Incaricato Ing,     Università La Sapienza    Partecipazione e istituzioni
4    Bruno Amoroso, prof. Ordinario    Università di Roskilde. Danimarca    Beni comuni e partecipazione nell’economia solidale e nel lavoro
5    Alessia Cerqua, contrattista     Università La Sapienza    Sostenibilità ambientale e partecipazione: i processi di Agenda 21 locale
6    Adriana Goni Mazzitelli, assegnista     Università Roma Tre    La partecipazione nel sociale, piani di comunità
7    Elena Mortola, prof. Associato Roma Tre e coordinatore Master    Università Roma Tre    Progettazione Interattiva, partecipazione, multimedialità
8    Raynaldo Perugini, ricercatore    Università Roma Tre    Storia, restauro e sostenibilità
9    Francesco Careri, ricercatore    Università Roma Tre    Arte civica
10    Paolo Mirabelli, tecnico informatico    Università Roma Tre    Gestione piattaforma e-learning e sito web PISM
11    Viviana Petrucci, dottoranda    Università Roma Tre    Progettare con i bambini
12    Giulio Baiocco, dottorando    Università Roma Tre    Modellazione 2D e 3D
13    Mario Spada, architetto    Ex dirigente Comune di Roma    Partecipazione, Contratti di quartiere
14    Riccardo Troisi, economista    Consulente Regione Lazio, Università Bene Comune    Bilancio partecipativo Regione Lazio
15    Antonio Caperna, dottorato in Sviluppo Urbano Sostenibile    Contrattista La Sapienza    ICT e Sviluppo Sostenibile
16    Francesca Sartogo, architetto    Presidente Eurosolar    Architettura solare, Housing sociale
17    Bianca Iaccarino, psicanalista    Ricercatore Roma Tre    Dinamiche di gruppo